Sei qui
Home > Hi-Tech > Google Glass, cosa sono e come funzionano

Google Glass, cosa sono e come funzionano

Smartphone, realtà aumentata e molto di più in un paio di occhiali

I Google Glass sono occhialli intelligenti in grado di riprendere immagini e video, connettersi ad internet e mostrare informazioni sulla realtà circostante

Google Glass

I Google Glass sono degli occhiali hi-tech sviluppati dall’azienda di Mountain View nell’ambito del Project Glass ed aprono la strada ad una concreta possibilità che il tanto atteso “computing indossabile” diventi realtà.

Si tratta di un dispositivo che si indossa proprio come un paio di occhiali da vista o da sole, provvisto di processore, memoria, fotocamera, sistema operativo Android e capace di interpretare diversi comandi vocali tramite i quali è possibile effettuare operazioni tipiche degli smartphone. Il piccolo schermo trasparente è in grado di proiettare direttamente sulla retina diverse immagini, dando l’impressione di avere uno schermo interattivo sospeso ad un metro dal viso dell’utilizzatore, nella zona alta del campo visivo, con percezione qualitativa nettamente superiore a quella di uno schermo di uno smartphone medio.

Dunque sarà possibile, proprio come negli smartphone, inviare e ricevere messaggi, telefonate, registrare video, scattare foto, visualizzare indicazioni stradali, informazioni su punti di interesse, negozi, cercare informazioni su internet e tantissime altre azioni, grazie alle applicazioni installabili tramite uno store dedicato che verrà presto approntato.

La caratteristica centrale di questi occhiali resta, tuttavia, la realtà aumentata resa possibile attraverso lo schermo che proietta sulla retina le informazioni necessarie ad arricchire la percezione sensoriale umana.

Al momento i Google Glass sono in via di sperimentazione e ne sono stati distribuiti vari modelli a sviluppatori e giornalisti del settore che ne stanno testando le qualità. Quasi ogni mese vengono rilasciati nuovi firmware che permettono di aggiungere funzionalità, o di migliorare caratteristiche già presenti sul dispositivo.

Le specifiche tecniche di questi occhiali non sono state ancora rese ufficiali, ma molte voci giungono da chi li ha testati, voci che non sono mai state smentite da Google. E non mancano nemmeno le notizie delle varie App che man mano vengono create, e a quanto pare alcune rivoluzioneranno davvero la nostra vita ed il modo di concepire l’utilizzo dei dispositivi elettronici.

Potrà essere possibile leggere le news in tempo reale, guardarsi intorno e, tramite lo schermo, individuare immediatamente la stazione del tram, il ristorante più vicino, l’hotel con i prezzi migliori, condividere sui social network o semplicemente rivedere le registrazioni video.

In effetti, per impartire i comandi ai Google Glass è sufficiente pronunciare le parole “Ok Glass” seguite dall’ordine vero e proprio, come ad esempio “scatta una foto“, “registra un video“, “invia un messaggio a Luca” ecc.

Naturalmente non sono mancate le polemiche scaturite dai possibili problemi di privacy che questo dispositivo, unito ad app particolari, potrebbe comportare. Ad esempio, un software di riconoscimento facciale permetterebbe a chiunque di identificare la gente per strada semplicemente inquadrando il volto senza la loro approvazione. Per il momento Google ha bloccato questa funzionalità in attesa di determinare una Privacy Policy più sicura, ma il problema certamente dovrà essere affrontato prima o poi.

Infatti si stima che i Google Glass non costeranno tantissimo, e potrebbero essere alla portata di tutti diventando un bene comune come gli smartphone o i tablet. Se immaginiamo ciascuno di noi con dei dispositivi del genere, ecco che il problema della privacy si amplifica diventando di proporzioni enormi.

Inoltre già sono scattati i divieti: in luoghi come casinò, aziende, aule giudiziarie ed in altri luoghi “sensibili” non sarà ammesso indossarli.

Analizzando le specifiche tecniche che finora sono trapelate, si capisce subito che le potenzialità di questi occhiali sono veramente infinite: videoconferenze potenziate, guida GPS senza rivolgere lo sguardo verso uno schermo fisico, riconoscimento di volti e di suoni, interazioni tramite il movimento degli occhi, funzioni di assistenza e segreteria, consultazione del meteo in tempo reale, possibilità di riprendere i momenti importanti della nostra vita in maniera immediata ed in visuale soggettiva sono solo alcuni esempi.

Caratteristiche tecniche

Google ha rilasciato tempo fa una “bozza” delle specifiche tecniche dei Google Glass, che intanto potrebbero essere variate, per cui è possibile solo ipotizzare una scheda tecnica.

Ciò che si sa da parte degli sviluppatori che hanno avuto modo di testarli è che sono provvisti di:

  • Processore da 1.2 Ghz Dual Core
  • Fotocamera
  • Memoria integrata da 16Gb (di cui 12 utilizzabili)
  • 682 MB di RAM
  • Microfono
  • Sensori di movimento
  • GPS
  • Altoparlante
  • Wi-Fi 802.11b/g
  • Bluetooth
  • Sensori di luminosità e prossimità
  • peso: 43 grammi

Grazie alla tecnologia LCOS vengono proiettate ciclicamente le porzioni rosse, verdi e blu delle immagini che compongono ogni singolo fotogramma, andando a colpire direttamente la retina. Inoltre è presente una zona sul pannello laterale degli occhiali sensibile al tocco, utile per impartire alcuni comandi al dispositivo.

La memoria interna potrebbe essere differenziata in base ai modelli che saranno commercializzati, rendendo disponibili tagli superiori ai 16Gb.

La fotocamera è da 5 Megapixel, adatta per riprese in streaming ed in gradi di girare video in qualità HD 720p.

La batteria dura fino a 24 ore in stand-by, arrivando a 4-6 ore in caso di utilizzo intenso, e si ricarica tramite cavo Micro USB.

L’audio viene trasmesso tramite vibrazione ossea, risultando quindi inudibile all’esterno.

Le operazioni che necessitano di connettività saranno possibili tramite Wi-Fi, oppure collegando i Google Glass ad uno smartphone Android tramite Bluetooth. Non è escluso, tuttavia, che in futuro potrebbero ospitare una Sim.

Il prezzo al pubblico non è ancora noto, ma i modelli di Google Glass Explorer Edition che sono stati venduti agli sviluppatori costavano 1500$, per cui il costo finale dovrebbe essere inferiore a questa cifra.

La data di uscita dovrebbe essere fissata per l’inizio del 2014, e fino ad allora non possiamo che aspettare affascinati ed immaginare come cambierà la nostra vita con questi occhiali delle meraviglie.

Carmine Ricco
Dopo essermi laureato in Informatica nel 2006, mi sono da subito interessato al mondo del Web. Diventato sviluppatore di applicazioni Web per professione e per passione, oggi sono specializzato in PHP, MySQL e Zend Framework, ed ho all’attivo portali di carattere nazionale ed internazionale. Con il tempo e l’esperienza ho anche acquisito padronanza, ottenendo ottimi risultati, delle varie tecniche SEO, argomento che mi affascina molto. Appassionato di musica, motori, elettronica, videogames, hardware e nuove tecnologie in generale, nel tempo libero gestisco il blog CarmineRicco.it e, nel poco tempo che mi rimane, il blog Mafia2.it. Di recente ho avviato un'attività autonoma di Sviluppo Software, SEO e Grafica Pubblicitaria: SyriusWeb Agency, Sviluppo Siti Web e SEO
http://www.carminericco.it

Lascia un commento

Top