Sei qui
Home > Hardware PC > Ati Radeon HD 5870 e HD 5850

Ati Radeon HD 5870 e HD 5850

ATI presenta la Radeon HD 5870 e la Radeon HD 5850.

Ati Radeon HD 5870

ATI ha da poco presentato due nuove schede video: la Radeon HD 5870, che si pone nella fascia alta del mercato, e la Radeon HD 5850, relativamente più economica. Entrambe vanno a sfidare rispettivamente la GeForce GTX 295 e la GeForce GTX 285.

Essendo le prime schede video a supportare le librerie DirectX 11, rappresentano una bella rivincita sulla rivale Nvidia che, a sua volta, 3 anni fa lanciò per prima una scheda compatibile con le DirectX 10.

Da qualche tempo ATI sta adottando una strategia denominata “Sweet Spot” che consiste, in un primo momento, nella realizzazione di una GPU di fascia alta. Successivamente, propone una soluzione dual-processor assicurandosi il primo posto nella classifica delle schede grafiche più veloci, e infine dalla GPU madre vengono ricavati i modelli potenzialmente inferiori per occupare tutti gli altri segmenti di mercato.

A conferma di ciò la Radeon HD 4870 è stata una scheda di grande valore, la Radeon HD 4870 X2 ha raggiunto notevoli traguardi e le Radeon HD 4600 e 4500 hanno rappresentato le alternative più economiche nelle fasce mainstream.

Con questa nuova scheda ATI ha raggiunto diversi obiettivi:

  • Ha integrato il supporto DirectX 11, in concomitanza con la presentazione di Windows 7;
  • Ha ottenuto prestazioni più elevate con i giochi DirectX 9, 10 e 10.1, visto che i giochi DirectX 11 non sono ancora disponibili;
  • Si è avvicinata allo stream computing, campo in cui l’architettura Nvidia CUDA sta attualmente  dominando;
  • Ha migliorato l’efficienza energetica (raddoppiata rispetto le schede di generazione precedente);
  • Ha lanciato un prodotto innovativo grazie alla gestione delle uscite video;

La Radeon HD 5870 è dotata di processore Cypress a 850 MHz e 1GB di memoria GDDR5 a 1200 MHz. I consumi in Watt dichiarati sono di 27 watt in idle e 188 W a massimo carico. E’ una scheda dual-slot, dotata di convogliatori d’aria rossi. Il pannello posteriore integra una DisplayPort, una HDMI e due DVI dual-link, lasciando poco spazio alla feritoia incaricata di espellere l’aria calda, che quindi viene espulsa anche dalla parte superiore all’interno del case.

La Radeon HD 5850 invece è dotata di processore Cypress a 725 MHz e 1 GB di memoria GDDR5 a 1 GHz. Il consumo in idle è di 27 watt contro i 170 watt a massimo carico. Più corta della 5870, è anch’essa una scheda dual-slot.

Per ottenere una potenza di calcolo maggiore, ATI ha semplicemente duplicato la potenza della GPU raddoppiandone le risorse a sua disposizione (10 core SIMD e 80 unità texture per Cypress contro i 10 core SIMD e 40 unità texture di RV770). Inoltre è stata migliorata  la renderizzazione di Cypress ed il suo motore grafico è stato arricchito della Tessellation ATI di sesta generazione.

Le nuove ATI offrono la nuova tecnologia Eyefinity integrando tre uscite indipendenti per gli schermi. Ciò è stato possibile grazie alla DisplayPort che non richiede una sorgente di clock dedicata per ogni uscita, come invece accade per le uscite DVI. Così tutti i chip nella famiglia ATI Evergreen di fascia alta hanno la capacità integrata di amministrare fino a sei DisplayPort. La Radeon HD 5870, nello specifico, integra due sorgenti di clock interne, più una delle pipeline DisplayPort per arrivare a ottenere tre uscite indipendenti per altrettanti monitor.

In particolare il modello Radeon HD 5870 Eyefinity Edition si avvantaggia completamente delle pipeline DisplayPort della GPU. Attraverso sei uscite mini-DisplayPort, è possibile gestire altrettanti monitor. In pratica sarebbe possibile utilizzare 6 monitor da 30 pollici con risoluzione 2560×1600 totalizzando una risoluzione di 7680×3200.

Dal punto di vista della gestione della riproduzione video grazie all’incremento della potenza di calcolo Cypress supporta la riproduzione di contenuti Blu-ray senza dover disattivare l’interfaccia Aero di Windows, come invece accadeva con il chip RV790.

Anche i consumi hanno ottenuto giovamento con queste nuove schede: quello della Radeon HD 5870 in idle è sceso di 42 watt rispetto a quello della Radeon HD 4870. Ciò grazie alla riduzione delle frequenze in idle. Inoltre, aggiungendo una seconda Radeon HD 5870, i consumi in idle salgono solamente di 24 watt.

Una singola Radeon HD 5870 consuma circa 25 watt in più di una HD 4890 sotto carico. Aggiungendo una seconda scheda video in modalità CrossFire, i consumi salgono di altri 207 watt, portando il totale a 561 watt (contro i 620 watt di due GeForce GTX 285 in SLI). Si tratta di 71 watt in più di una configurazione Radeon HD 4870 X2 e 79 watt in più di una GeForce GTX 295. Con un sistema CrossFire di due Radeon HD 5870 in idle, la scheda secondaria entra in uno stato di consumo ultra-basso.

Conclusioni:

La Radeon HD 5870 è attualmente la scheda a singola GPU più potente sul mercato. Batte sicuramente la GeForce GTX 285, rimane nella scia della Radeon HD 4870 X2 e, a volte, supera la GeForce GTX 295, che però è una scheda dual core e costa di più. Rimane, dunque, la scelta migliore in termini di rapporto qualità/prezzo per quanto riguarda le schede video di fascia alta, soprattutto se considiamo, oltre alle prestazioni, anche il fattore consumo e la tecnologia Eyefinity.

Non resta che aspettare la risposta di Nvidia.

Top