Sei qui
Home > Hardware PC > Nvidia GeForce GTX 480 e GTX 470 Fermi 3D Vision Surround

Nvidia GeForce GTX 480 e GTX 470 Fermi 3D Vision Surround

Nvidia con le nuove GeForce GTX 480 e GeForce GTX 470 e grazie all’architettura Fermi, riconquista lo scettro di scheda video a singola GPU più veloce al mondo, ma a costi e consumi decisamente eccessivi.

Nvidia GeForce GTX 480

Le promesse di Nvidia sono state mantenute e le nuove schede video GeForce GTX 480 e GeForce GTX 470 con DirectX 11 ed architettura Fermi finalmente sono disponibili.Nonostante i 6 mesi di ritardo rispetto alle schede DirectX 11 a 40 nm di AMD,  Nvidia riesce a colmare il divario prestazionale che la divideva dalla concorrente riconquistando lo scettro di scheda video a singola GPU più veloce del 2010, purtroppo a costi e consumi decisamente eccessivi. Ma andiamo per gradi.


Nvidia GF100

Nel 2009 Nvidia presentò la nuova architettura Fermi come soluzione per migliorare le prestazioni delle schede Tesla, (ne abbiamo parlato in questo articolo) destinate ad applicazioni professionali e a supercomputer. Le specifiche dell’architettura GF100 nella sua forma completa facevano presupporre ad un aumento del 100% delle prestazioni del modello di punta rispetto ad una GTX 285.

In realtà  la GeForce GTX 480 incorpora 480 CUDA core, mentre la 470 ne incorpora 448, contro i 512 di una soluzione GF100 completa. Ciò si è ottenuto disabilitando 1 SM (Streaming Processor) sulla 480 e due SM sulla 470 rispetto al massimo teorico di 16 disponibili nell’architettura.

Ma perché è stata presa questa decisione? Sicuramente per motivi legati alla resa produttiva: infatti disabilitando 1 o 2 SM su tutte le GPU che presentano 1 o 2 SM non funzionanti correttamente, si limitano gli “scarti” industriali e i prodotti vengono qualificati per l’utilizzo in produzione, incrementando il numero di GPU utili.

Inoltre ciò consente di segmentare meglio l’ offerta sul mercato, offrendo una gamma più variegata ai clienti.

In queste condizioni, sicuramente le GTX 480 e GTX 470 non raddoppieranno le prestazioni di una GTX 285, ma sicuramente vanno a posizionarsi nella fascia delle Ati Radeon HD 5870 e la 5850, pur costando mediamente circa 100€ in più.

Le GeForce GTX 480 e 470 sono basate sulla stessa GPU, così come accade per le ATI Radeon HD 5870 e 5850, ma il design e le dimensioni delle schede sono differenti.

La GeForce GTX 480 è lunga circa 27 cm (più corta della Radeon HD 5870) e richiede un connettore di alimentazione ausiliario a otto pin ed uno a sei pin. Il suo consumo massimo è di 250 Watt, inferiore a quello della Radeon HD 5970, per cui è raccomandato un alimentatore di almeno 600 watt.

Tuttavia, seppur la GeForce GTX 480 consuma meno di una HD 5870, essa riscalda molto di più. Ciò si evince anche dal sistema di raffreddamento adottato che risulta uno dei più imponenti per una scheda con impostazioni di fabbrica standard.

La superficie metallica della scheda fa da dissipatore assorbendo calore dalla superficie della GPU e dai circuiti di memoria attraverso quattro heatpipe e una ventola spinge l’aria attraverso la copertura della scheda fino alla parte posteriore, da dove viene espulsa.

La brutta notizia è che la superficie della scheda raggiunge temperature elevatissime, anche fino a 90 gradi centigradi. Ciò influenzerà negativamente sull’uso di due schede in SLI causando un notevole innalzamento della temperatura interna del case.

La GeForce GTX 470 ha un design più classico. È lunga 24 cm, ancora una volta leggermente più corta della Radeon HD 5850, sua diretta concorrente. E’ alimentata da due connettori a sei pin , le heatpipe e la superficie in metallo scompaiono, e l’aria viene fatta circolare per tutta la lunghezza della scheda, protetta da una copertura in plastica, fino alla parte posteriore.

Le temperature della 470, sia in idle che sotto carico non sono elevate come quelle della GTX 480, ma per entrambe le schede la temperatura limite raggiunge i 105 gradi centigradi.

Tessellation e Anti-Aliasing

NVIDIA con le GPU Fermi ha implementato anche alcuni miglioramenti nella gestione dell’ anti-aliasing. Le principali innovazioni sono 3:

  1. 32x Coverage Sampling Antialiasing (CSAA): interviene migliorando la riproduzione di linee che sono quasi verticali o quasi orizzontali, per le quali quindi l’angolo rispetto ad un piano a 0 gradi o uno a 90 gradi è molto ridotto.
  2. Alpha to Coverage da Coverage Samples: viene abilitato ogni volta che transparency multisampling e CSAA sono abilitati da driver. E’ una funzionalità utile soprattutto in giochi non recenti, mentre nei titoli di ultima uscita è generalmente preferibile adottare transparency multisampling.
  3. Transparency Supersampling migliorato: questa modalità è quella che ha permesso di ottenere il miglior incremento qualitativo rispetto a precedenti implementazioni, particolarmente evidente in quei titoli che riproducono molti ambienti con vegetazione e foglie.

Ciò che ne evince è che Nvidia si è concentrata maggiormente su geometria e prestazioni anti-aliasing al fine di migliorare sia il realismo che la qualità dell’immagine. Inoltre, le GeForce GTX 480 e 470 offrono il supporto all’anti-aliasing 32x.

La Tessellation è un elemento fondamentali nella renderizzazione di una scena tridimensionale che sia quanto più possibile geometricamente realistica. Purtroppo la sua implementazione inevitabilmente comporta un elevato degrado delle prestazioni. Per questo motivo Nvidia ha implementato nell’architettura GF100 Fermi una componente hardware dedicata, in grado di garantire prestazioni circa 8 volte superiori a quelle di GeForce GTX 285. Dunque, quando viene utilizzata la Tessellation, l’architettura Fermi è soggetta ad un degrado minore di prestazioni rispetto ad AMD.

Tuttavia il suo utilizzo diventerà rilevante solo nei giochi futuri, ed AMD avrà tutto il tempo di trovare una soluzione a questo aspetto.

3D Vision Surround

Sia AMD che Nvidia hanno a disposizione due sistemi diversi per espandere lo schermo: AMD utilizza la tecnologia Eyefinity, mentre Nvidia offre il 3D Vision Surround.

La GeForce GTX 480 permette a Nvidia di espandere le immagini su tre schermi supportando la correzione immagine per la cornice dei monitor. Purtroppo, però, sia GF100 che le GT200 possono utilizzare contemporaneamente solo due uscite video, quindi per collegare tre monitor sono necessarie due schede in SLI, mentre AMD supporta fino a sei monitor per scheda.

Tuttavia Nvidia dà la possibilità di abilitare la modalità stereoscopica su tre monitor, a patto di possedere tre monitor LCD da 120 Hz identici, due schede grafiche e il kit GeForce 3D Vision. La tecnologia 3D Vision Surround è estesa anche alle soluzioni GeForce GTX serie 200, che abbina modalità video surround a tecnologia 3D Stereo.

E’ chiaro che accostando 3 schermi  la risoluzione orizzontale si estende sensibilmente, causando un notevole degrado delle prestazioni: la scheda video, infatti, dovrà generare il triplo dei pixel rispetto ad un singolo schermo. Inoltre bisogna anche considerare il carico di lavoro addizionale dato dalla tecnologia 3D Stereo, che genera due frames alternati ad una frequenza di 120 Hz (60Hz per ogni frame).

Il fatto che NVIDIA non permetta la gestione di 3 schermi per scheda video fa intendere che 3D Vision Surround sia stato sviluppato da NVIDIA in un secondo momento per controbattere alla tecnologia Eyefinity di ATI in un momento in cui non era più possibile modificare l’architettura base della GPU GF100 per poter permettere la gestione di più di 2 display per volta.

Tuttavia l’utilizzo di due schede in parallelo è comunque consigliato, a causa della elevata di potenza di calcolo necessaria a gestire schermi multipli.

Uscite video

Entrambe le schede includono due DVI dual-link e un connettore Mini-HDMI, ma come già detto, possono essere usate allo stesso tempo solo due uscite video.

Il GF100 supporta l’audio HDMI sul PCI Express ma non il bit-streaming TrueHD e DTS-HD Master Audio, presente invece sulle ATI Radeon HD 5000 e sulle CPU Intel Clarkdale Core i3 e i5.

Consumi

Sicuramente chi comprerà questa scheda vorrà giocare ad altissima risoluzione con tutti i giochi, e qualcuno vorrà utilizzare il 3D Vision Surround e raggiungere un frame rate decente per giocare ad una risoluzione di 5760×1200 in modalità stereoscopica. Per questo tipo di giocatori sarebbero necessarie un paio di GeForce GTX 480 in SLI, essendo improbabile l’arrivo di una soluzione dual GPU a breve a causa dell’elevato consumo della GPU GF100.

Ma anche con due GTX 480 in SLI i consumi sono elevatissimi, serve un alimentatore potente e la produzione di calore all’interno del case mette a dura prova tutte le componenti del PC. Inoltre ogni ventola ruota ad alti regimi, producendo molto rumore. La GeForce GTX 480 consuma meno della GeForce GTX 295, ma più della Radeon HD 5970, che integra due GPU. Invece la GeForce GTX 470 consuma più della Radeon HD 5870.

Conclusioni

Le Nvidia GTX 470 e 480 vanno a posizionarsi nella stessa fascia di mercato delle Radeon HD 5970, 5870 e 5850, ma tutti i benchmark effettuati dimostrano che, soprattutto con l’anti-aliasing attivato, attualmente la GTX 480 è la scheda a singola GPU più veloce sul mercato.

Con l’anti-aliasing abilitato le nuove Nvidia subiscono un decremento delle prestazioni rispetto ad AMD, ma il guadagno prestazionale non giustifica il sovrapprezzo di circa 100€ sulle concorrenti, considerando anche la miglior connettività dei monitor delle schede AMD e il loro minor consumo energetico (la GTX 480 a singola GPU consuma quanto una AMD Radeon HD 5970 a doppia GPU). E’ pur vero, però, che Nvidia offre le tecnologie PhysX, CUDA e 3D Vision.

Nvidia ha sviluppato un prodotto validissimo in ambito professionale, ma i videogiocatori potrebbero pensarci due volte prima di acquistare questi prodotti. Inoltre la GPU GF100 è uscita con 6 mesi di ritardo rispetto ad AMD che nel frattempo ha avuto tempo da dedicare allo sviluppo di nuove schede grafiche che potrebbero essere una risposta adeguata nel prossimo futuro in cui usciranno videogames capaci di sfruttare tutte le potenzialità delle nuove Nvidia.

La GeForce GTX 470, potrebbe essere la proposta più gradita dalla clientela, costando il 30% in meno della GTX 480, con prestazioni inferiori di circa il 25%, posizionandosi tra la Radeon HD 5870 e la Radeon HD 5850 e godendo di una maggiore disponibilità.

Il prezzo della Nvidia GeForce GTX 480 è di circa 499 €, mentre la GTX 470 costa circa 379 €.

 

Top