Sei qui
Home > Nuove tecnologie > La tastiera tattile sui display touchscreen grazie alla tecnologia Tactus

La tastiera tattile sui display touchscreen grazie alla tecnologia Tactus

Tasti in rilievo a scomparsa su tablet e smartphone

Tactus Technology, in collaborazione con la National Science Foundation, ha brevettato un display con tastiera tattile per tablet e smartphone.

Tastiera tattile Tactus Technology

Avete sentito parlare della tecnologia Tactus? Prima di scoprirla insieme vi pongo una domanda. Tra una tastiera fisica e una virtuale quale scegliereste? In generale la tastiera fisica è comoda, pratica, e permette di scrivere velocemente con precisione, mentre quella virtuale, a fronte di un display più ampio, rende il dispositivo più leggero ed esteticamente più apprezzabile. Premesso che questa sia una considerazione puramente soggettiva, nel dubbio l’azienda californiana Tactus Technology, in collaborazione con la National Science Foundation, ha brevettato un nuovo tipo di display con tastiera tattile per tablet e smartphone.

In pratica si tratta di un display touchscreen piatto e liscio sul quale all’occorrenza compare in rilievo una tastiera che poi si dissolve nel momento in cui non è più necessaria.

Grazie ad uno strato di membrane chiamato Tactile Layer, nel momento in cui bisogna scrivere un messaggio, digitare un indirizzo Web o semplicemente chattare, si attiva a pressione un fluido che attraverso un sistema di canali crea un rigonfiamento in corrispondenza di ciascun tasto generando una vera e propria tastiera fisica. La membrana, in plastica flessibile e trasparente, ha uno spessore che varia tra 0,75 e 1 mm.

Ad oggi il tempo di risposta è di un secondo e i tasti possono assumere una configurazione predefinita che è quella di una tastiera qwerty orizzontale; tuttavia in futuro sarà possibile personalizzare forma e dimensione dei tasti in base alle proprie esigenze. Una domanda che sicuramente molti a questo punto si porranno riguarda la capacità di resistenza di questo display ad urti e graffi.

Restiamo in attesa di maggiori informazioni, ma intanto pare che si dovrà comunque aspettare il 2014 per la commercializzazione dei primi dispostivi con questa innovativa tecnologia Tactus.

Top